Tag Archives: beni comuni

Andar per erbe a Mondeggi

PER DIFENDERE MONDEGGI DALLA SVENDITA DOBBIAMO IMPARARE A CONOSCERLA E AD AMARLA

TerraBeneComune Firenze organizza

ANDAR PER ERBE A MONDEGGI

Passeggiata guidata gratuita per conoscere le piante selvatiche in cucina

 DOMENICA 16 febbraio ritrovo ore 9,30 (PRECISE!!!)

al parcheggio del campo sportivo dietro la casa del popolo di Grassina

per ottimizzare il numero delle macchine che saliranno a Mondeggi

Ore 10,00 Breve introduzione delle erbe di stagione, 10,30 inizio escursione fino alle 12,30 pulizia delle erbe e alle 13,00 pranzo condiviso, dopo pranzo consultazione dei manuali e scambi di conoscenze fino alle 16,00 e rientro alle auto.

Dopo l’escursione, a tutti i partecipanti sarà inviata per e-mail la LISTA FLORISTICA delle specie incontrate, così ognuno potrà approfondire le conoscenze sulle piante riconosciute.

COSA SERVE:

  • un paniere e un coltello.
  • taccuino per segnare nomi e macchina fotografica (chi vuole).
  • manualetti da campo (chi li ha e li vuol portare).
  • una zuppiera, olio, aceto, limone e sale e una bottiglia d’acqua per sciacquare le erbe.
  • scarpe bone e cervello fino, cibo cucinato con Amore e acqua e vino per il pranzo condiviso!

Ulteriori info: http://tbcfirenzemondeggi.noblogs.org/

Prenotazioni: gpandolfi61@gmail.com

 

  • per imparare a riconoscere le specie erbacee utilizzando in maniera appropriata i manuali da campo esistenti in commercio, e usando le CHIAVI DICOTOMICHE dei manuali (procedure guidate ad esclusione per riconoscere le piante)
  • per imparare le differenti esigenze delle specie vegetali, in modo da poter associare ad ogni pianta l’habitat nel quale è verosimilmente più facile reperirla, in modo da sapere quali sono gli “indicatori di salute” di un determinato terreno: la presenza o meno di piante di ambienti “disturbati”, le tracce di manomissione dell’uomo, la presenza di specie infestanti, esotiche, ubiquitarie (quelle che sono ovunque e sono spesso sintomo di ecosistemi banalizzati). 
  • Per comprendere “in campo” sinteticamente  quali sono le forme di vegetazione naturale che dovremmo reperire nei differenti habitat (le “serie dinamiche naturali”) e quali sono le formazioni erbacee o arbustive tipiche delle aree di frangia, quella sorta di “terza natura” che non è né artificiale né  naturale.
  • Per conoscere gli usi appropriati di una serie di specie spontanee comuni in incolti e coltivi, partendo dagli usi alimentari per giungere sino a quelli medicali, officinali, liturgici, storici (magici o religiosi).